vagine finte

Vagine finte e masturbatori

Le aziende che producono sex toys non sentono i morsi della crisi e, con cadenza quasi giornaliera, immettono sul mercato prodotti sempre più sfiziosi. Tra ovuli vibranti, anelli con le borchie, lucidalabbra fallici, pitture edibili ed i classici vibratori, a farsi largo tra gli oggetti più acquistati ci sono le vagine finte ed i masturbatori.

Questi, realizzati in materiali elastici resistenti all’usura, s’impongono per la loro praticità, il costo contenuto e l’estremo realismo. Conosciute ai più come fleshlight, le vagine finte portatili sono particolarmente apprezzate per la forma discreta del loro involucro, che somiglia a quello di una torcia. Rimosso il tappo superiore, però, presentano una soffice struttura in silicone, che descrive perfettamente l’area genitale femminile.

Il lume centrale è stretto, rotondeggiante ma assai confortevole, così da stimolare a pieno sia i normo che gli ipodotati. Tuttavia, grazie alla cedevolezza del cyber-skyn e dell’elastomere, finiscono per adattarsi anche ai peni di grosso calibro. Le varianti base, prive di elementi che possano produrre movimenti ritmici o effetti termici, hanno un costo contenuto ed accessibile a chiunque. Quelle un po’ più high-tech, munite di riscaldatore, ovuli, programmi di vibrazione, funzione di aspirazione e presa USB, sono leggermente più costosi. All’interno di questo panorama, a farla da padrone sono poi le vagine artificiali dotate di area anale e glutei, che mimano alla perfezione la posizione assunta dalla donna nel doggy-style.

Oltre ad offrire una sensazione di naturalezza, questi oggetti del piacere intrigano per i dettagli tecnici e le texture curate. Grandi e piccole labbra, infatti, sono generalmente colorate di un rosa più intenso, per rimandare alla mente lo stato di eccitazione che provoca un afflusso di sangue verso l’area genitale. La vulva appare poi caratterizzata da setosità intervallate a rugosità, così da ricreare le pieghe naturali della pelle. Questi oggetti per l’autoerotismo sono talmente appaganti che possono essere usati anche in coppia, per vivacizzare la routine in camera da letto.

Sebbene qualsiasi sex toy vada igienizzato con lo specifico cleaner, che oltre a rimuovere i residui organici elimina gli eventuali agenti patogeni, vagine finte e masturbatori sono facilmente lavabili anche con acqua corrente e sapone liquido neutro.

vagine finte

Per il loro corretto utilizzo è imperativo l’uso di un lubrificante idoneo, come quelli a base acquosa, che migliorano la sensibilità ed il movimento. Se poi non si è i fortunati possessori di un elemento riscaldante, basta tenerli qualche minuto in acqua calda per portarli alla temperatura desiderata.

Va detto inoltre che non tutti sono caratterizzati da manicotti rigidi, alcuni ne sono addirittura privi. Questi, tuttavia, presentano sulla loro struttura delle speciali sacche, al cui interno trovano alloggio piccoli elementi capaci di emettere vibrazioni. Ciò che più intriga, però, delle vagine finte è che, non di rado, ritraggono fedelmente le fattezze intime delle pornostar più amate. Alcune vantano un tale realismo da essere munite di peluria, piccole imperfezioni cutanee ed occhiali 3D.

Gli uomini che apprezzano l’autoerotismo e lo considerano una forma d’arte, amano i masturbatori e li consigliano senza remore. Quelli che poi hanno una certa timidezza innata e lamentano grosse difficoltà nell’agganciare una donna, con le vagine finte raggiungono il nirvana del piacere. Questo accade perchè non si tratta di semplici pezzi di plastica, ma di riproduzioni veritiere dei genitali femminili, che a livello tattile garantiscono le stesse sensazioni. La loro manutenzione, inoltre, è marcatamente economica e non richiede alcuna abilità tecnica.

Dopo aver lavato ed asciugato il masturbatore, infatti, basta cospargerlo con un po’ di talco prima di riporlo nella sua confezione. Anche se a volte richiedono l’impiego di batterie, si tratta sempre e comunque di prodotti totalmente impermeabili, che possono essere usati sotto la doccia.

Alcuni sono dotati di design scarni e minimalisti, altri, come quelli a coppa, sono curati in ogni dettaglio estetico e funzionale, ma il piacere che donano è sempre di elevata intensità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *