Occhi che lacrimano, bruciano e si arrossano – cause e rimedi

Finalemnte arriva l’estate, con area calda e secca. E ‘anche una delle stagioni durante la quale
i nostri occhi sono esposti a molti agenti irritanti. Aria condizionata, polvere, la luce del sole,
l’aria di scarico inquinata indeboliscono i nostri occhi facendoci sentire a disagio. Purtroppo
non possiamo evitare questi fattori, che possono accelerare l’invecchiamento della retina, ed
incoraggiare lo sviluppo di altri disturbi gravi. Aumenta il numero di persone che utilizzano
dei collliri e gel per alleviare l’irritazione, ma queste sono solo misure temporanee. Per
difendersi davvero contro l’indebolimento degli occhi, dobbiamo fare in modo che nella
nostra dieta non mancano alimenti corretti, che dall’interno rafforzeranno il nostro occhio.

Vorrei avvicinarvi un po ‘su ciò che si potrebbe mangiare per i pasti e spuntini.

Inizierò con frutti di bosco. Attualmente siamo nella stagione dei mirtilli che si possono
trovare da ogni fruttivendolo. La qualità del nostro aparato visivo è influenzata da antociani
che sono dei pigmenti colorati che si trovano in alcuni fiori e e frutti conferendo un colore
rosso, blu e viola. cosa servono gli antociani, queste sostanze che sembrano avere la duplice
funzione di attrarre gli insetti impollinatori verso i fiori e di proteggere i frutti dai raggi solari
invasivi, soprattutto in assenza di acqua?
Ebbene, per l’organismo umano sono di grande utilità, in quanto svolgono la funzione di
antiossidanti, preservandolo dalla degenerazione e dall’invecchiamento. In particolar modo gli
antociani sono utili per prevenire problemi a carico del microcircolo, e quindi tutto quel che
riguarda la circolazione, i capillari, le vene e la cellulite ne trae beneficio.
L’azione su questi disturbi si esprime in termini antinfiammatori e nella capacità di evitare
l’aggregazione piastrinica e la vasodilatazione che tanto danneggia chi soffre di gonfiore e
pesantezza alle gambe. Inutile dire, poi, che problemi meno gravi come la cellulite (negli stati
non patologici) non possono che avvantaggiarsi di una situazione in cui la circolazione scorre
fluida e la ritenzione idrica non viene favorita.
Privilegiare gli alimenti ricchi di antociani diventa allora un imperativo categorico per chi
necessita di aiuto per il microcircolo, e una buona arma di prevenzione per tutti i soggetti,
perché non dimentichiamo che gli antociani svolgono una preziosa azione anti-ossidante,
contro i radicali liberi.
I frutti di bosco, l’uva, la barbabietola rossa e le melanzane, e ancora ciliegie, fragole e arance
rosse. In linea di massima, se il frutto o l’ortaggio è di colore intenso, quindi più tendente al
blu che al rosso, gli antociani sono maggiormente presenti.

Adesso le vitamine e minerali, che non possono mancare nella nostra dieta quotidiama, se
vogliamo che I nostri occhi funzianano perfettamente:

Il betacarotene – Si tratta di un potente antiossidante che combatte i radicali liberi che danneggiano la vista.
Influisce anche il corretto funzionamento dei fotorecettori della retina dell’occhio che
determina la visione.. Quando livello di beta-carotene non è sufficiente può portare alla
cosiddetta “cecità del pollo “, una carenza cronica può causare ulcerazioni e cicatrici della
cornea dell’occhio, la sindrome del occhio secco, e anche la necrosi diffusa corneale. Alimenti
piu’ ricchi di betacarotene: carote, pomodori, pesche e negli ortaggi a foglia verde scuro

Vitamina C – È essenziale per la produzione di collagene, responsabile per elasticità e durata iveste un
ruolo essenziale per la salute degli occhi. Essendo l’antiossidante per eccellenza, insieme alla
vitamina E, lprotegge l’organismo dall’attacco dei radicali liberi. Per questo motivo la
vitamina C potrebbe esere un valido aiuto nella prevenzione  di alcune patologie degenerative
oculari. La vitamina C potrebbe contrastare la progressiva perdita della vista, evitando
“l’indurimento” dell’occhio. E’ utilizzata anche nella prevenzione delle ulcere corneali ed è
utile nell’eliminazione delle infezioni. È onnipresente nei vegetali, in particolare si trova nel
limone, negli agrumi in generale, nei vegetali a foglia larga, nelle fragole, nei peperoni, nei
pomodori, kiwi, ribes nero e nei cavolfiori.

Zinco – Il minerale più importante, coinvolto nella produzione di rodopsina che serve per
vedere le sfumature di grigio dopo il tramonto. Aiuta anche a sbarazzarsi dagli radicali liberi
dall’occhio. Lo troviamo nel pesce, nelle uova e nel pane integrale.

Rame – Combatte i radicali liberi e rafforza ulteriormente i vasi sanguigni negli occhi,
mantiene i filamenti di collagene. Si trova nei frutti di mare, noci e avocado.

Selenio – Combatte i radicali liberi, svolge un’ azione antiossidante.Lo troviamo nel pesce,
frutti di mare, noci, germe di grano, aglio e cipolle.

Manganese – Combatte i radicali liberi. Lo troviamo nelle noci, pane nero, fagioli, piselli e
nei mirtilli.

Tutti elementi descritti cui sopra sono necessari per il corretto funzionamento dei nostri occhi.
Ho parlato di antociani e di carotenoidi, ma per per una vista corretta indispensabili sono la
luteina e zeaxantina. Il loro compito principale è quello di prevenire difetti e malattie degli
occhi come cataratta o la degenerazione maculare. La luteina e la zeaxantina agiscono come
un filtro di protezione dagli effetti negativi dei raggi UV. Assunzione di luteina è consigliata
soprattutto alle persone che lavorano con il computer, passano molto tempo davanti al
televisore, ma anche alle persone con sovrapeso, con la diabete e lipidemia.
Zeaxantina e luteina si trovano nei cavoli (nella foto), spinaci, prezzemolo, lattuga, nei
ortaggi di colore giallo, verde ed arancione. Allla fine nelle pesche, more, uva spina e
avocado.

Cosi siamo arrivati fino alla fine. Spero che dopo aver letto questo post adottate misure
protettive adeguate: i vostri occhi ve ne saranno grati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *